Sei in » Home » Teatro e Spettacolo

Centro "Salvador Allende"


Spazio polivalente, attualmente adibito anche ad accogliere manifestazioni culturali, nacque negli anni Trenta come sala da ballo estiva per iniziativa di un gruppo di imprenditori privati che trasformarono il lotto comunale preso in affitto nel punto di ritrovo più elegante della città. Nel 1939 Emilio Simonini, rimasto unico gestore del locale, avviò lunghe trattative con il Comune e, nel dopoguerra fu realizzato il locale da ballo denominato “La Pineta”, su progetto dell’architetto Franco Oliva (1946-1947), uno degli ultimi prima della morte di costui, avvenuta nel 1952. Le decorazioni interne dell’edificio furono affidate a Badellino, pittore e illustratore di libri romano; all’esterno, il bar ristrutturato con funzione di caffé concerto, era racchiuso in una recinzione anch’essa eseguita su disegno di Oliva.
Utilizzato per cerimonie private – comunioni, matrimoni – e feste di diverso tipo – compleanni, carnevale – dopo un lungo periodo d’abbandono, negli anni Settanta, l’edificio fu ristrutturato seguendo un progetto dell’architetto spezzino Mario Bruchi che lo trasformò in grande spazio espositivo. La struttura originaria fu modificata, sia nei prospetti esterni che negli spazi interni, dove il grande vano unico – il salone da ballo – venne suddiviso e soppalcato per rispondere in maniera più funzionale alla nuova destinazione d’uso dell’edificio, che divenne così la prima galleria d’arte civica della città.
Negli stessi anni il centro culturale fu intitolato a Salvador Allende, lo statista cileno morto in equivoche circostanze durante il golpe di Pinochet del 1973, a testimonianza della sensibilità e dell'attenzione della città rispetto alle tematiche politiche e sociali.
Nel corso degli anni, negli spazi del centro Allende sono state allestite rassegne e mostre, organizzati concerti e festival musicali; numerose e importanti sono state le esposizioni di artisti contemporanei, a cui seguirono donazioni di opere alle collezioni civiche. Tra esse si ricordano: Carlo Ramos (1977); Autoapocalipse di Roberto Sebastian Matta (1977);  Edo Murtich (1978), Armando Pizzinato (1979), Renato Birolli. Le cinqueterre. I disegni della resistenza (1979), Mirko. Mostra antologica dal 1936 al 1969 (1980); Giuseppe Ugo Caselli (1981); Maria Questa (1981); Antonio Discovolo (1983); Gualtiero Nativi (1984); Felice del Santo (1989); Francesco Vaccarone (1993 e 2004); Folon. Acquerelli (1997); Giuliano Tomaino (1997); Vincentiu Grigorescu (2002).
Il critico d’arte Ferruccio Battolini fu tra i curatori di diverse mostre di artisti locali e di collettive, tra cui ricordiamo, oltre alle già citate: Grafica di costume (1954-1965), mostra retrospettiva (1976); Coop 77. Arti visive (1978); Pittori moscoviti alla Spezia (1979); Giovani linguaggi dell’immagine, rassegna inaugurata nel 1980, che ebbe luogo in quattro edizioni fino alla fine degli anni Novanta (1990, 1996, 1999).
Negli anni Ottanta la gestione del centro venne presa in carico dall’Ufficio Cultura del Comune della Spezia che dal 1998 continua ad occuparsene tramite l’Istituzione per i Servizi Culturali; a partire da questo decennio venne inaugurata l’arena estiva “La pinetina”, ricca di appuntamenti culturali di vario genere, che ogni anno viene organizzata riscuotendo molti consensi da parte del pubblico spezzino. Dagli anni 2000 il Foyer del Centro Allende è dedicato specialmente alle esposizioni degli artisti emergenti.

Il Centro Salvador Allende si trova all’interno dei Giardini Pubblici, lungo viale Giuseppe Mazzini; accoglie iniziative culturali organizzate dall’Istituzione per i Servizi Culturali, dall’Amministrazione Comunale, da associazioni, enti e circoli culturali. Oltre alle esposizioni d’arte, il centro è sede di conferenze, proiezioni, spettacoli, grazie anche alla disponibilità di spazi esterni, sfruttati principalmente nella stagione estiva.
 

facciata Centro Allende

 

Responsabile
Giacomo Borrotti

Dove siamo
Viale Mazzini, 2 – La Spezia
tel. 0187 29210

Quando
Da lunedì a sabato 9.00 - 13.00 per contatti e informazioni.
Gli  orari sono da definire in base alle esigenze e caratteristiche dell’iniziativa in programma.
Le sale sono aperte a richiesta.

Info e prenotazioni
Carla Della Pina tel. 0187 757025, fax 0187 757023 carla.dellapina@comune.sp.it
Giacomo Borrotti tel. 0187 734593 fax 0187 256773 giacomo.borrotti@comune.sp.it

Di cosa ci occupiamo
Mostre, convegni, concerti, dibattiti, manifestazioni teatrali e musicali organizzati dall'Istituzione per i Servizi Culturali, dall'Amministrazione comunale, da Enti, Scuole, Partiti politici, Associazioni e Circoli culturali

Altre informazioni
La sala dispone delle seguenti strumentazioni: 2 microfoni fissi con possibilità di appoggio su base da tavolo, 1 microfono portatile, videoproiettore, 1 leggio.
100 posti a sedere.
Il servizio di apertura, vigilanza e  supporto tecnico-organizzativo alle iniziative è a cura della Coop Zoe-servizi culturali.
n.b. la sala è sprovvista di computer e di collegamento internet.
 
Modulistica
Richiesta scritta attraverso apposita modulistica scaricabile direttamente da questo link da presentare o inviare a:

- Carla Dellapina presso il Teatro Civico P.zza Mentana, 1
- Giacomo Borrotti presso CAMeC P.zza Cesare Battisti 1

Criteri per la concessione e canone d’uso applicato come da Regolamenti
Deliberazione G.M. n. 14 del 19/01/2009;
Deliberazione del C.d.A. Istituzione n. 1 del 24.02.2011;
Determinazione Dirigenziale n. 23 del 19.01.2013.

GALLERIA FOTOGRAFICA